L’importanza di pulire i filtri del condizionatore

Pulizia filtri condizionatore d'aria

E fondamentale per la nostra salute, avere in casa un'aria salubre e priva di particelle dannose per la nostra salute. Per questo ogni anno, prima di riattivare l'impianto di condizionamento dell'aria è fondamentale pulire i filtri

Ogni anno lo stesso compito da svolgere, per la salute dell’aria della nostra casa: pulire i filtri del condizionatore. Nei condizionatori, potrebbero essere presenti due tipologie di filtri attreverso cui passa l’ aria condizionata e che, quindi, vanno puliti a fondo ogni volta che si riattiva l’impianto di condizionamento, cioè proprio in questo periodo di passaggio tra la primavera e l’estate. Le due tipologie di filtri sono quelli a carboni attivi e i filtri anti polvere.

In merito al possibile obbligo di libretto di impianto e manutenzione, bisogna dire la maggior parte degli impianti di condizionamento posseduti da privati nel nostro paese non supera i 12 kw e, quindi, non rientra nell'obbligo di libretto di impianto e manutenzione.

Aria condizionata, pulire i filtri del condizionatore: come fare?

I filtri dell’ aria condizionata a carboni attivi, che non sempre sono presenti nei condizionatori, servono a trattenere pollini, batteri e odori di qualsiasi genere. Nel caso in cui siano presenti, vanno rimossi quelli vecchi ed esausti, quelli ancora buoni vanno lavati con il sapone neutro e con l’acqua. Come possiamo fare per pulire i filtri del condizionatore? Eccolo spiegato di seguito, anche con un video.

Vanno rimossi e puliti anche i filtri antipolvere dei condizionatori, riconoscibili quando viene eliminata la carrozzeria: sono costituiti da un telaio a cui è ancorata una rete fine di fili in nylon. In alcuni casi sono gli unici filtri presenti. Anche per questi filtri antipolvere è utile un lavaggio con l’acqua e il sapone neutro, e ci raccomandiamo un risciacquo più frequente.

Tutti i tipi di filtri dell’ aria condizionata vanno messi ad asciugare, lontano da fonti di calore eccessive, lontano, per esempio, dai raggi diretti del sole. Una volta asciutti, con un pennello si passa un prodotto germicida. Alcune volte, quando i filtri sono esausti vanno sostituiti con filtri nuovi.

Importante è anche l’unità esterna del condizionatore. Dopo aver smontato la griglia di protezione, con un pennello bisogna ritirare la polvere accumulata sulle pale. Per evitare di dover farlo ogni anno, è consigliabile la copertura dell’unità esterna del condizionatore tramite un telo durante i periodi di inutilizzo.

Solo per gli ambienti di lavoro, ci sono attività che solo i tecnici specializzati possono svolgere: la sanificazione (ogni 2 anni secondo il d.lgs. 81/2008) e il controllo gas del refrigerante dei condensatori.

fonte: www.ediltecnico.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 + 12 =